Perché i Saloni falliscono per mancanza di liquidità e cosa dovresti fare subito per evitare questo pericolo.

Uno dei gravi problemi che di solito affrontano i Saloni di Bellezza è la sottocapitalizzazione.

Detto in altro modo, avere un Salone sottocapitalizzato significa NON avere abbastanza soldi per mandare avanti l’attività e comprare strumenti per rigenerar- la.


Ma prima di continuare definiamo cosa significa “avere liquidità per rigenerarsi” e poi andiamo avanti che così riusciamo a capirci meglio.

Rigenerare il Salone significa avere sufficiente liquidità per far fronte all’acquisto di quegli strumenti in grado di farti navigare nel mercato sempre più competitivo come quello che stai affrontando oggi se hai un Salone di Bellezza.


Infatti nel Post-2007, quindi dopo la liberalizzazione delle licenze, nel mercato dell’Acconciatura lato Salone vince chi è in grado di comprare costantemente strumenti studiati per essere implementati in Salone e in grado di farti ottenere due cose essenziali:


• Vantaggio competitivo nei confronti della concorrenza di riferimento
• Maggiori quote di mercato rispetto a quelle che già hai, che come ben sai non sono mai abbastanza.

In pratica la liquidità in Salone ti serve per comprare:

Consulenze
 strategie
 tattiche

Strumenti fisici (quali forbici innovative, phon portentosi ealtre diavolerie che tanto piacciono alla clientela)

Strumenti Manageriali (come quelli che puoi trovare solo qui su ParrucchierePower.it e sulle rispettive piattaforme quali il Gruppo Facebook di Parrucchiere Power i video su YouTube e Vimeo)

Affrontare gli imprevisti quali malattie, assunzioni, licenziamenti immediati, maternità

Rifare l’arredamento (almeno una volta ogni 10 anni, se non prima)

In pratica i soldi cash ti mettono in condizione di guidare il tuo Negozio di Parrucchieri per portarlo a schiaffeggiare la concorrenza che punta alla tua stessa clientela e conquistare più teste (in target) possibili.


Attenzione che questo non significa che se hai i soldi allora il tuo Salone in automatico andrà sicuramente bene.


Le cose infatti non sono così semplici, altrimenti tutti con qualche decina di migliaia di euro potrebbero mettersi in proprio e fare tanti soldi con l’acconciatura.


Però avere liquidità di cui puoi disporre rapidamente ti protegge da molti pericoli che si possono presentare durante il tuo cammino di Titolare.


Detto questo arriviamo al punto caldo dell’articolo che stai leggendo, ovverosia la mancanza di liquidità nei Saloni di Bellezza.


Di frequente mi imbatto in Saloni i cui Titolari lamentano mancanza di contanti per far fronte a spese anche minime.


Lasciami dire che la mancanza di liquidità non è una causa dei problemi, ma ne è la sua rivelazione.
 La mancanza di liquidità è un termometro molto veritiero di quello che stai facendo in Salone.
 Tanta liquidità vuol dire che stai gestendo bene il Salone.
 Scarsa liquidità vuol dire che stai gestendo male il Salone.

Sai che dico la verità perché mi piacciono i numeri, e i numeri non mentono.


Quando in Salone a fine mese ti restano a malapena i soldi per pagare il tuo lavoro svolto, allora sappi che non è colpa del mercato, degli ufo, della clientela, delle vacanze, della crisi o delle mummie egiziane.


Di seguito ti elenco alcune delle possibili cause della mancanza di liquidità.
 


LISTINO PREZZI SBAGLIATO (OVVERO HAI FISSATO I PREZZI A LISTINO SEGUENDO LA MEDIA DELLA TUA ZONA DI RIFERIMENTO)

Lo so che ti può sembrare una pazzia ma i prezzi dei tuoi servizi dovrebbero essere impostati per essere tra i più alti nella tua zona.


Magari ti viene da pensare che “la tua zona sembra essere differente e che da te i soldi non ce li hanno” e che “se aumento i prezzi perdo clientela perchè le persone cercano la qualità al giusto prezzo”


Cazzate.

Queste cose le posso capire se me le dice mio figlio Nathan che ha 8 anni, non da te che fai azienda già da un po’.

I prezzi vanno alti per una serie di motivi che qui non posso affrontare, ma lasciami dire che se metti i prezzi come li mettono tutti, allora chiudi come chiudono tutti, o al massimo farai sempre fatica a darti uno stipendio più alto di 1.700€.


Adesso però non fraintendermi, non ti sto dicendo che puoi alzare i prezzi così d’impulso, altrimenti la clientela la perdi sul serio.

Infatti chi viene al BootCamp e fa la ricarica degli strumenti manageriali che condivido con loro sa che i prezzi vanno sì alzati, ma che per piazzarli alti bisogna fare delle cose all’interno del Salone tali che il prezzo alto per la clientela abbia senso.


Per capirci, se vai da un McDonald’s a prenderti un panino, ti aspetti di pagare massimo 10€ per un menu se proprio ci ficchi tutto, patatine grandi, bibitone grande, super panino, salse, caffè e dolce.


Se invece vai nel ristorante di Cracco in Galleria, quello che ti aspetti di pagare è nettamente maggiore, infatti solo per una pizza margherita ci vogliono 16€, senza contare le bevande.


Non che Cracco non abbia la concorrenza, anzi. Ma Cracco fa delle cose che fanno perdonare il fatto che la sua Margherita costi 3 volte quanto una margherita comprata da altre parti.


In pratica quello che sto cercando di dirti è proprio il fatto che se fai delle cose come si deve in Salone, anziché essere la McDonald’s dell’acconciatura, puoi tranquillamente diventare il Cracco dei capelli e mettere i prezzi maggiori rispetto alla concorrenza.


Non esiste zona in Italia nella quale tu non possa mettere prezzi più alti e avere clientela alto spendente, quindi niente scuse.

Se hai paura a farlo ti capisco, sarebbe la stessa paura che prende i miei ragazzi quando “costringo” loro ad alzare i prezzi (solo dopo aver fatto delle azioni mira- te in Salone)

Poi però mi ringraziano perché guadagnano molto di più e hanno clientela più selezionata.

Se vuoi sapere come mettere i prezzi più alti, il consiglio che ti do è quello di venire al prossimo BootCamp di cui trovi tutte le informazioni su questa pagina

Ricorda che in ogni parte d’Italia ci sono clienti che amano spendere di più, al BootCamp conoscerai gli strumenti Manageriali per farli entrare nel tuo Salone di Bellezza e tenerteli a lungo.

LAVORARE CON CLIENTELA FUORI TARGET

Hai presente quando senti dire “ogni cliente è buono, basta che paghi”?
 Ecco, questa espressione è il termometro del fallimento di tutti i saloni e la prima

causa di mancanza di liquidità della maggior parte delle licenze in giro per l’Italia.

Non è mica vero che ogni cliente è buono, ma c’è sicuramente un cliente buono per la tua azienda di acconciatura. É diverso anche se sembra uguale. Non tutte le persone che hanno capelli in testa sono TUOI potenziali clienti. ma solo quelli che:

– Condividono la tua Visione di Bellezza
– Hanno i soldi sufficienti per permettersi la tua Visione di Bellezza
– Hanno a cuore il sistemarsi i capelli molto di più di altre cose, come per esempio le sigarette o altri divertimenti.


Nel mio libro che uscirà a breve, e che non puoi comprare in giro perché lo consegno soltanto al BootCamp, tra le altre cose spiego che in giro ci sono tanti soldi, che la crisi è un’invenzione per vendere share te- levisivi e che il vero catalizzatore dell’acquisto dei servizi dedicati ai capelli è la PRIORITÀ


Se hai clientela che considerano su altre cose prioritario la bellezza capelli, è meglio per la tua cassa

– Hanno i tempo necessario per seguirti nella tua visione di Bellezza
– Sono disposti a tornare in Salone quando tu dici loro di dover tornare in Salone
– Ti danno carta bianca sulle cose che decidi di fare loro affinché possano raggiungere il massimo grado di estetica

Insomma, la clientela target, quella alla quale realmente dovresti puntare, è forma- ta da circa il 20% di tutta la popolazione, e questa clientela è disposta a spendere circa il 30%-40% in più rispetto agli altri clienti.

Solo che questi clienti VIP vanno in quei Saloni che usano strumenti che passo soltanto ai militari del BootCamp.

Il target è la fusione tra scienza e arte, e anche se ti volessi parlare qui di questo argomento in riferimento al tuo Salone di Bellezza sono certo che non me la caverei con meno di due libri di contenuti.

Il target è la cosa meno capita in Italia, specialmente nell’Acconciatura lato Salone, ma è anche la componente più importante del tuo Salone stesso.


Una volta capito il Sistema Target che condivido soltanto dal vivo la tua strada come titolare diventa improvvisamente in discesa.

Per scalfire questo argomento mi ci sono voluti più di 5 anni di studio e la prati- ca attiva su migliaia di clientela prima di cominciare a estrapolarne l’essenza.


Chi tra i miei studenti-clienti padroneggia questa disciplina, fa praticamente quello che vuole nella sua zona di riferimento, fa carte, tira sberle e acchiappa la clientela come il leone con la gazzella.

A parte il sottoscritto le informazioni sul concetto di target non riesce a pubblicarle nessuno nella stessa quantità e raffinatezza che invece vedi qui su Blog Parrucchiere Power, nel Gruppo Facebook Segreto (al quale puoi accedere soltanto su invito e non prima di aver comprato anche un solo prodotto di Parrucchiere Power) e nei miei video che trovi qui e sui canali Social.

NON RISPARMI

Okay, dammi anche dello sciocco ma non mi stancherò mai di dirlo.

DEVI METTERTI DA PARTE ALMENO UN 10% DI TUTTI I SOLDI CHE TOCCA IL TUO SALONE.

Non parlo di netto, ma di fatturato. In pratica se ogni mese incassi 30.000€, 3.000€ li metti da parte subito, senza se e senza ma. Se non affini questa capacità, anche se Dio in persona scendesse a darti strumenti utili per il tuo Salone, chiuderesti in un anno o camperesti di stenti.

Metti da parte il 10% di tutti i ricavi, senza scuse. “E ma la clientela è diminuita! E non ho soldi da mettere da parte”. E allora trova un modo e metti i soldi da parte. “E ma la mia zona è differente e qui la gente non spende e a fine mese in tasca non mi rimane niente”


Allora trova il modo di mettere soldi da parte. Smetti di fumare, non uscire più la sera, bevi solo acqua, non prendere il caffè al bar, vai ad abitare in una casa più piccola, vendi la tua casa, fai quel cazzo che ti pare, ma mettiti il 10% da parte

Ad ogni tuo “E ma….” otterrai da me sempre la stessa risposta: METTITI STI CAZZO DI SOLDI DA PARTE!
Prendi un 10% di tutto quello che guadagni e metti sti soldi da parte. Intesi? Ci conto.

Mettere i soldi da parte tra le altre cose ti fa affilare quegli strumenti mentali necessari al Titolare del Salone di Bellezza odierno.


OGNI MESE METTITI IL 10% DI SOLDI DA PARTE.


NON ACQUISISCI STRUMENTI MANAGERIALI GIUSTI

Quando i miei studenti, di cui puoi vedere alcune testimonianze qui entrano in contatto con gli strumenti di Parrucchiere Power, molti cominciano ad avere più netto utile a fine mese ma con la stessa identica clientela di sempre. Quando hai la giusta strumentazione Manageriale puoi ottenere dalle stesse arance più succo di quello che fino ad ora hai ottenuto.

Stessa quantità di arance, più succo spremuto. Ovviamente è inutile ricordarti che gli strumenti Manageriali evoluti li trovi soltanto al BootCamp perchè solo dal vivo posso affontare determinati argomenti.

CONCLUSIONE

Abbiamo appena visto dell’importanza di avere liquidità e di cosa potrebbe condurre il tuo Salone ad averne poca. Di queste informazioni fanne buon uso.
 Sul Pezzo.Sull’Obiettivo.


Non Mollare Mai